Per tutti quegli ambienti stretti e piccoli, la più adatta è la porta a libro, cioè una porta che si apre ripiegandosi su se stessa .

Il pannello è tagliato in due parti, che possono essere simmetriche o asimmetriche, unite tra di loro con apposite cerniere a scomparsa registrabili.

Se è chiusa quasi non ci si accorge della particolarità, è una porta come le altre.

Quando la porta a libro viene aperta, i pannelli si ripiegano uno sull’altro e, se sono simmetrici, il loro ingombro sarà tutto all’interno o all’esterno della stanza, mentre, se sono asimmetrici, l’ingombro sarà a metà tra l’interno e l’esterno della stanza.

 La porta a libro ha il suo punto di forza nella capacità di recuperare spazio ed è quindi sempre più richiesta, tanto che sul mercato l’offerta è ormai molto variegata.

Tutti i produttori le propongono in diverse essenze e modelli, cieca oppure a vetri, a completamento delle collezioni.

Crea spazio in piccoli ambienti con la porta a libro ultima modifica: 2012-11-09T16:48:12+02:00 da calestani