Ampie superfici vetrate e disegno minimale sono una tendenza costante dell’architettura contemporanea, grazie a serramenti sempre più evoluti. Tra questi, le portefinestre scorrevoli, alzanti o traslanti che riempiono di luce gli ambienti e danno respiro alla casa. Le stanze si aprono sul paesaggio naturale, virtualmente annullando le barriere tra dentro e fuori. È un nuovo concetto dell’abitare, più in sintonia con la natura: spazi protetti ma non opprimenti, con innegabili benefici anche sull’umore e il benessere. Il mercato di serramenti e infissi offre oggi tante soluzioni. Quale portafinestra scorrevole scegliere? Che differenza c’è tra le portefinestre scorrevoli alzanti e traslanti? Ecco una sintesi.

I vantaggi delle portefinestre scorrevoli

Partiamo da ciò che sta alla base di questa tipologia di aperture vetrate. In entrambi i casi si tratta di portefinestre che si aprono scorrendo, con precise caratteristiche costruttive e tanti vantaggi. Queste portefinestre hanno grandi aperture che permettono di vivere a contatto con la natura. Sono leggere, isolanti e resistenti.

• Ampia superficie vetrata: entra più luce naturale, gli spazi sono più luminosi e risultano più ariosi.

Riduzione degli ingombri: in casa c’è più spazio e meno ostacoli per bambini e anziani.

Vetri a camera multipla: massima tenuta per case ben isolate.

Strutture ottimizzate per evitare il crearsi di ponti termici, causa di condensa e muffe.

Telai minimali in legno e alluminio o pvc e alluminio: resistenza agli agenti esterni, estetica e comfort assicurati.

La portafinestra scorrevole alzante: design razionale e pulito

Le ante si trovano su due guide distinte e, agendo sulla maniglia, un’anta si solleva e scorre parallela all’altra. Il vantaggio della portafinestra scorrevole alzante è una soglia ribassata, senza ostacoli, particolarmente utile se bambini e anziani abitano la casa. Ne esistono anche versioni motorizzate per facilitare l’apertura. Dal punto di vista estetico questa portafinestra è estremamente pulita, con profili ridotti al minimo e vetri full. Da preferire quando si punta a uno stile contemporaneo o quando si vuole enfatizzare l’effetto “senza pareti”.

La portafinestra scorrevole traslante: isolamento perfetto

In questa portafinestra un’anta è fissa, l’altra si sposta tramite braccetti, per scorrere parallela all’altra. Questa seconda tipologia è più sicura nella tenuta acustica e termica. È quindi da preferire quando l’obiettivo è il massimo dell’isolamento in case progettate per l’efficienza energetica.

Considerate i vantaggi delle portefinestre scorrevoli, se state pensando di ristrutturare la casa o se state progettando la vostra nuova abitazione. Avrete una casa luminosa dove le pareti si aprono verso il mondo esterno e la natura circostante: bellezza degli spazi, armonia dello spirito!

Portefinestre scorrevoli, alzanti e traslanti: fusione tra interni e ambiente ultima modifica: 2018-08-02T10:00:58+00:00 da andrea marletta